BUGABOO MODERN FAMILIES: The One. Fin dall'inizio

BUGABOO MODERN FAMILIES: The One. Fin dall'inizio

2016-09-08 - Parliamo con Filippo Bassoli, che, con il suo stile all'avanguardia, è diventato una personalità conosciuta a Milano. "Siamo stati probabilmente tra i primi ad avere un passeggino Bugaboo in Italia."

The One. Fin dall'inizio

Filippo Bassoli è nato e cresciuto a Milano e si può dire che sia una specie di papà rock star. È CEO di Deus ex Machina Italia e socio fondatore del flagship store di Milano, un autentico emporio del cool che mette insieme biciclette, motociclette, surf e abbigliamento. Ma oltre che un semplice negozio, è un posto dove puoi personalizzare la tua tavola da surf o la tua bicicletta. E poi rilassarti al bar, al barber shop o nell'auditorium. Performance, stile ed intraprendenza sono elementi centrali della vita di Filippo.  

Si dà il caso che Filippo sia anche uno dei primissimi possessori di un passeggino Bugaboo in Italia, avvistato per la prima volta in giro per le strade con sua figlia Viola insieme al loro passeggino Bugaboo nel 2002, e da allora anche con il figlio Vittorio che adesso ha nove anni.

Parliamo con lui della sua vita di famiglia - e di cosa gli ha fatto scegliere un passeggino Bugaboo tanti anni fa. ...

Innanzitutto, cos'è che ti ha fatto scegliere un passeggino Bugaboo?

Tutto cominciò nel 2002, quando ci rendemmo conto che le nostre vite stavano per cambiare abbastanza drasticamente con l'imminente arrivo di nostra figlia Viola. Tuttavia, eravamo determinati a mantenere il nostro senso di libertà. Così iniziai a cercare un passeggino che fosse qualcosa di più di un semplice prodotto utilitario. Qualcosa che fosse più come un'estensione di noi - e del nostro stile di vita.  

Siamo davvero appassionati di design, dopotutto siamo italiani... E siamo anche molto sportivi, amiamo esplorare luoghi all'aria aperta. Quindi volevamo qualcosa che avesse stile e allo stesso tempo fosse abbastanza robusto da poter essere usato in montagna e da portare in spiaggia. Dopo una lunga ricerca trovammo Bugaboo. E acquistammo un Bugaboo Frog - che all'epoca non era ancora stato distribuito in Italia. Quindi sì, suppongo che possiamo essere definiti dei pionieri in questo senso.  
Ci rendemmo presto conto che era perfetto per noi, ed infatti quel passeggino ha letteralmente girato il mondo da allora.

Qual è la cosa che ti piace di più di Bugaboo?

Mi piace il suo design ed il fatto che utilizzi materiali resistenti, come l'alluminio. Questo è qualcosa che mi riguarda da vicino; per via del mio lavoro sono a contatto con il design ogni giorno e passo molte delle mie giornate lavorando con diversi tipi di materiali. Per questo noto l'attenzione al dettaglio che va in un passeggino Bugaboo. Ed il fatto che siamo riusciti a portarlo con noi dappertutto l'ha reso un compagno perfetto per la nostra famiglia super attiva.

Come definisci la tua famiglia?  

Non è facile definirsi... ma di sicuro considero la mia famiglia come contemporanea: non abbiamo paura di fare le cose un po' diversamente. Per esempio, fin dall'inizio abbiamo viaggiato molto. Non tutti se la sentono di andare all'estero con bambini molto piccoli - ma noi siamo stati in tutta Europa, negli Stati Uniti e in Asia - anche quando i nostri bambini erano ancora dei bebè.

Sembra proprio che ti piacciano le avventure. Ce ne racconteresti una?

Beh, abbiamo la fortuna di avere una piccola casa in montagna a Verbier. Adoro la natura selvaggia lassù.
Un giorno avevo una gran voglia di andare a fare trekking in alta montagna - quel tipo di escursioni che la maggior parte della gente normalmente non farebbe mai con dei bambini piccoli. Ma mi ostinai a voler portare mia figlia Viola, perché volevo che vivesse quell'esperienza con me, così la misi nel Bugaboo e andammo insieme. Era un sentiero impegnativo, con un dislivello di quasi 2000 metri... così sistemai il passeggino nella sua posizione a due ruote e la trascinai su per la maggior parte del tragitto. Fu una vera avventura. La prima di tante. E ad oggi Viola ama ancora la montagna e lo sport quanto me.

Hai ancora quel passeggino?

Certo - è parte della famiglia. Dopo Viola, l'abbiamo usato per nostro figlio Vittorio - e oggi lo stanno utilizzando i miei cugini e i loro bambini. Ora vive nella loro casa su in montagna. I tessuti sono un po' sbiaditi e i pneumatici piuttosto consumati... ma a mio giudizio è ancora più bello.

 

 

 

 

Post correlati

in viaggio sulla west coast con Ariane Stippa e Bugaboo Bee⁵

Ottobre 16, 2017 - Persone

La blogger tedesca Ariane Stippa @ariofcourse è la mente e la bellezza dietro a Primer and Lacquer. Lei ed il marito Rainer hanno girato la soleggiata California per due mesi insieme alla piccola Alma e alla loro bimba di tre anni (Luca).

scopri di più

Urban art dall'altro capo del mondo con Vans the Omega

Agosto 25, 2017 - Persone

Il graffiti-artist contemporaneo e maestro del colore Joel Van Moore è originario di Adelaide, nell'Australia del Sud. Lui e la moglie Tara hanno da poco dato il benvenuto al loro primo bebè, una bambina di nome Violet. Abbiamo chiesto a Joel com'è la vita di un artista di fama mondiale e come gestisce lavoro e famiglia.

scopri di più

La creazione della collezione Bugaboo Atelier

Agosto 15, 2017 - Persone

Ti portiamo all'interno dell'atelier Bugaboo dove i nostri prodotti sono creati – dall'ideazione alla realizzazione.

scopri di più